Notizie > Stile, tema o mood?

Stile, tema o mood?

Tre parole che da subito spiccano nella realtà delle coppie che si avvicinano al mondo dell’organizzazione dei matrimoni.

Nell’era della super informazione e comunicazione, anche il matrimonio inteso come evento, diventa una scelta consapevole e un veicolo per condividere gusti, messaggi e desideri.

Oggi i matrimoni sono più curati, ricchi di dettagli e personalizzati, dal dress-code alle bomboniere, il matrimonio rappresenta gli sposi in ogni suo aspetto ed è la loro singolarità a farlo diventare unico nella memoria di quanti saranno presenti.

Questi tre termini, spesso ritenuti sinonimi, in realtà sono complementari e sostanzialmente diversi. Vi propongo una definizione molto semplificata, desiderando che vi sia di aiuto sia nelle scelte personali, sia nel approccio ai vostri fornitori. Eccola:

STILE: Lo stile è essenzialmente l’insieme delle caratteristiche, forme e elementi estetici che distinguono un’epoca, un’opera d’arte, una scuola, una tendenza e perfino un comportamento o movimento sociale. Lo stile, pur mantenendo tratti comuni invariabili é soggetto a interpretazioni derivate dal momento storico o dal contesto geografico in cui viene applicato.  Tra gli esempi più ricercati nel campo del wedding ritroviamo il Classico, il Vintage, il Glamour, il Moderno, l’Urban, il Minimale, il Rustico, lo Shabby-chic, il Provenzale, il Bohémien.

TEMA: é l’argomento, il soggetto, il motivo centrale, sia di un discorso, di una comunicazione, di un’opera d’arte, di un ragionamento che di un allestimento. Quando parliamo di matrimonio le scelte tematiche sono infinite. Dagli intramontabili temi del mare o del viaggio a quelli che sviluppano passioni personali come cibo, cinema, fotografia, sport, arte ecc. Da quelli concettuali come i quattro elementi, la fortuna, il tempo, i colori, a quelli etnici o multiculturali. Da quelli che creano scenari intramontabili come il circo, il safari, il cabaret, o le fiabe da sogno, a quelli che puntano su oggetti iconici come i profumi, gli orologi, le cartoline, le monete o elementi della natura come farfalle, uccelli o un fiore particolare. A voi la scelta!

Da qui si può facilmente comprendere la relazione tra questi due termini. Prendendo ad esempio il tema mare, esso può essere sviluppato in stile classico, vintage, shabby ecc. Ma ovviamente un tema in sé non è essenziale in un matrimonio e non tutti i temi sono adatti a tutti gli stili, ci vuole un pizzico di coerenza.

Capire le caratteristiche degli stili principali è un’ottima bussola per scegliere quello che più di tutti parla della vostra storia di amore. Aiutarvi a fare luce anche su questi dettagli è compito della wedding planner.

E il Mood? Come indica il termine, il mood è lo stato di animo, il sentimento, ciò che coglieranno i vostri ospiti dall’atmosfera creata nel vostro matrimonio. Difficile? No, pensate a un insieme di aggettivi che vorresti catturare e trasmettere durante la festa, scegliete e osate. Alcuni esempi: Informale o formale, romantico, gioioso, sobrio, lussuoso, sofisticato, elegante, retrò, misterioso, aristocratico, delicato, familiare, ecc.

Ogni matrimonio ha un Mood, voluto o sorto spontaneamente, ma volendo creare le condizioni perché ciò che desiderate trasmettere si realizzi, occhio alle contrapposizioni, ad esempio un matrimonio in stile rustico difficilmente combacerà con un mood formale o sofisticato.

Pronti per questa avventura o decisamente pensierosi? Se siete in preda ai dubbi, meglio allora un matrimonio casual che vi rispecchi, di un matrimonio in perfetto stile…di qualcun altro!

E se volete approfondire un argomento o risolvere qualche domanda, eccomi a disposizione per una consulenza pratica e creativa:

 

Isabel Agostinho – wedding planner

BE wedding & events

0039 3484141244

https://www.facebook.com/BE.wedding.events/?ref=bookmarks

 

 

net images